giuria e premi

PREMI:

Il montepremi è di circa 2.000 euro in materiale fotografico.

Il primo premio consiste in una fotocamera mirrorless OLYMPUS EPL5 con obiettivo 14/42 mm.
I vincitori dei singoli temi vinceranno una compatta Olympus da 12 mp.
Altri premi sono previsti per gli altri classificati

I premi sono forniti da RCE, sponsor della manifestazione. Nel sito RCE tutti i punti vendita.

PREMIAZIONE:

La premiazione avverrà sabato 21 giugno alle ore 15,30 a Venezia; il luogo verrà indicato non appena disponibile.
Nell’occasione verrà anche aperta la mostra con tutte le foto vincitrici.

GIURIA:

La giuria della Maratona Fotografica di Venezia è formata – secondo regolamento – da 2 membri dell’Associazione promotrice e da 3 membri esterni, ovvero tre fotografi professionisti.
Tutte le foto saranno sottoposte alla giuria in forma anonima, senza recare in nessun modo il nome del partecipante in modo da garantire il massimo anonimato e l’imparzialità della giuria stessa.

La giuria designerà il vincitore della Maratona Fotografica secondo i seguenti criteri:

  • al partecipante che avrà sviluppato al meglio tutti e 6 i temi indicati, andrà il premio principale quale “vincitore della Maratona Fotografica“
  • ai partecipanti che avranno sviluppato al meglio un singolo tema, andranno i premi secondari quali “vincitore tema della Maratona Fotografica”

La giuria si riserva di assegnare ulteriori premi per foto segnalate o particolarmente meritevoli o, se lo ritenesse opportuno, di non attribuire tutti i premi previsti. Le decisioni della giuria sono insindacabili.
I risultati della giuria verranno resi pubblici il giorno della premiazione e, successivamente, in questo sito dove verranno pubblicate anche tutte le foto ammesse regolarmente al concorso.

— — — — —

Giovanni Cecchinato
Nasce a Mestre – Venezia nel 1961 e diventa fotografo professionista nel 2003, da quando fonda lo studio fotografico POSITIVA! a Mestre-Venezia.
Da allora si muove nel campo fotografico sia nel settore commerciale sia in quello artistico, e con il progetto “L’Equazione Possibile” anche nel sociale.
Vari giornali si sono occupati di lui, tra cui STIL’E’ (SOLE 24 ORE) e FOTO CULT (rivista di fotografia nazionale), e le sue foto appaiono in una nutrita schiera di riviste nazionali ed estere.
Le sue foto di architettura ed interni appaiono in libri di catalogazione internazionale di Interior design e su numerose brochure di presentazione di strutture alberghiere a 5 stelle. Nel 2009 riceve la “Menzione d’Onore” al PremioFotografico nazionale di TAU VISUAL (www.premiofotografico.org) proprio nella categoria “Architettura e Interior Design”. Ha affinato la sua professionalità confrontandosi con fotografi del calibro di Andreas Bitesnich,
Antonin Kratochvil della famosa agenzia VII di New York e Bob Sasha di National Geographic.
Ha collaborato con aziende del mondo della moda e dell’advertising, ed ha tenuto vari workshop dedicati alla fotografia digitale. Collabora da anni con l’agenzia internazionale “TIPS IMAGES” ed esposto la sua produzione artistica in alcune mostre collettive e personali sia in Italia che all’estero.

www.giovannicecchinato.it

— — — — —

Marc De Tollenaere
E’ nato a Tripoli (Libia) nel 1969.

La sua formazione di fotografo inizia nel 2003 su consiglio di Grazia Neri con un grande maestro della fotografia italiana: Gianni Berengo Gardin. Negli anni successivi è stato allievo di David Alan Harvey (Magnum Photos), Kent Kobersteen (storico photo editor del National Geographic), Bob Sacha (National Geographic), Antonin Kratochvil (ag. VII), Anders Petersen e Arno Minkkinen.

Inoltre ha preso parte ad incontri e seminari con fotografi del calibro di Francesco Zizola, Ernesto Bazan, Bruno Stevens, oltre che con vari altri fotografi della Magnum: Alex Majoli, Paolo Pellegrin, Ferdinando Scianna.

Dal 2006 collabora con la casa editrice Biblos per la quale ha pubblicato su vari libri fotografici della collana “Viaggio nelle Venezie”, oltre a due monografie:

“Venezia ai confini della luce” nel 2007, andato esaurito in pochi mesi e adesso alla terza ristampa,

“Gondole” nel 2009, presentato da Alvise Zorzi.

Attualmente con la Biblos sta concludendo un progetto al lungo termine per la pubblicazione di un libro sul Veneto.

Nel 2007 ha pubblicato, dopo vari viaggi e reportages tra il 2003 e il 2005, il libro “Calcutta” per la “Fratelli dimenticati” onlus.

Autore segnalato al Day’s Japan World Photojournalistic Award nel 2005 con un reportage sui “Bambini della città della gioia” di Calcutta.

Autore segnalato al concorso promosso dall’Associazione Nazionale Fotografi Professionisti 2008 con un lavoro sul “Treviso Christian Centre”, dove ha fotografato dal 2003 al 2008.

Ha fotografato per, tra gli altri, Prada, Hangar design Group, Bellitalia, Elle, Regione del Veneto, Caffè Florian.

Dal 2005 al 2008 è stato rappresentato dall’agenzia Grazia Neri di Milano.

Dal 2007 è testimonial di marchi Manfrotto, Gitzo, Kata, National Geographic, con cui collabora per lo sviluppo e la messa a punto dei nuovi prodotti fotografici. Ha iniziato ad insegnare fotografia tenendo due conferenze al Photokina di Colonia nel 2008 e tiene corsi di fotografia sia in azienda che on-line per la Manfrotto School of Xcellence; dal 2008 inoltre insegna fotografia presso la libreria Marco Polo di Venezia e dal 2012 anche presso lo Studio Leonardo a Villorba (TV).

Dal 2009 ad oggi ha organizzato e tenuto workshops fotografici: in India, Nepal, Vietnam, Islanda Turchia e Cambogia.

Dal 2012 ha iniziato a tenere workshop fotografici per il marchio Leica.

Nel 2013 ha fondato a Venezia insieme a due altri soci l’associazione fotografica “Marco Polo” di cui è attualmente il presidente.

Ha esposto le sue foto al Photokina di Colonia 2008 e ha tenuto varie personali tra cui “Passion and Drama” al Photoshow di Roma 2010 e “Veneto, così vicino così lontano” a Bassano Fotografia 2011 presso il Museo Civico, insieme a Harry De Zitter e Douglas Kirkland.

www.marcphotos.org

— — — — —

Omar Fardin

Nato nel 1975, fotoamatore inizialmente grazie ad un corso di fotografia seguito nell’adolescenza.

Ha lavorato prima come aiuto e poi come fotografo presso uno studio fotografico del posto dove ha imparato il mestiere in maniera sempre più approfondita, grazie anche a degli studi personali.
Nel 1999 si apre uno studio fotografico a Chirignago.
Fotografo ufficiale per l’edizione 1999 della mostra del cinema di Venezia.
Dal 99 ad oggi ha partecipato a numerosi corsi per professionisti, integrando così sempre più le proprie conoscenze di fotografia partecipando a workshop in varie località d’Italia, ma anche di grafica e di stampa partecipando a corsi specifici tenuti dai guru del settore.

Ha collaborato con Sette, il magazine del Corriere della Sera.
Collabora tutt’ora con diversi istituti scolastici della zona dei quali cura le campagne pubblicitarie per gli aspetti grafici e fotografici.
A tutt’oggi gestisce il suo studio fotografico continuando a realizzare immagini e progetti per diverse realtà locali.

— — — — —

Sergio Bolgan
Fotoamatore dal 1977 con una Yashica FRI e poi una Contax 139, autodidatta e intimista, passato al digitale dopo alcuni anni di inattività totale con Nikon D70 e poi Nikon D90.

Partecipante a due corsi di fotografia e composizione fotografica nel 2009-10.
Attuale presidente dell’associazione fotografica “Effemme – Fotoamatori Mestrini” ha contribuito alla sua fondazione ed è docente per i corsi da essa organizzati.
Selezionato tra i 21 finalisti del concorso nazionale “click on sport” nel 2007.
Vincitore concorso fotografico nazionale “4 passi in città” di ItaliaPhotoGallery nel 2009.
Pubblicato nel 2010 su Digital Camera Magazine nell’ambito del contest “sguardi cittadini”.

— — — — —

Francesco Soliani
Nato nel 1967, vive e lavora a Mestre – Venezia.
Affascinato dalle macchine fotografiche del padre, autodidatta, ha iniziato a fotografare da adolescente. Abbinando la propria passione per la montagna predilige scatti di landscape, ma si cimenta anche con altri generi quali la street, il ritratto e la ricerca astratta.
Dal 2005 gestisce il proprio fotoblog astigmatic.it.
Nel 2008 ha collaborato con Planeteye.com per un portfolio su Venezia.
Nel 2009 ha esposto i propri lavori a Martellago (VE) nella mostra “Fotografando haiku” e a Trieste nella mostra “L’idea di Venezia”, nel 2012 nella mostra collettiva “E’ viva Mestre” dell’associazione “Effemme – Fotoamatori Mestrini” e nel 2013 nell’esposizione “Attimi esposti” di street photo sempre di Effemme.
Nel 2013 parte con il progetto dailylomo.com dove raccoglie foto fatte esclusivamente con il cellulare e processare con l’app Lomogram.

Nel 2010 fonda e presiede fino al 2014 l’associazione “Effemme – Fotoamatori Mestrini”, organizzatrice della Maratona Fotografica di Venezia, e fa da docente per i corsi da essa organizzati.
Dal 2013 collabora con www.basketitaly.it come fotografo al seguito della squadra di basket di A1 Reyer Venezia.


Comments are closed.